Sottoscritti i Verbali Integrativi relativi ai Contratti Collettivi dei settori:
- Commercio e Servizi
- Turismo
- Facility Management

Sottoscritto il Contratto Collettivo Facility Management, Artigianato, Piccole e Medie Imprese e Cooperazione da FedImprese, S.NA.P.E.L e C.I.U.al fine di definire e regolamentare al meglio le attività del settore - Aggiornati al Jobs Act

Siglata convenzione SIAE - FedImprese per trattamenti tariffari agevolati previsti per le pubbliche utilizzazioni di repertorio musicale amministrato da SIAE

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese esercenti attività del settore Agricoltura da FedImprese, C.I.U., F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L. - Aggiornati al Jobs Act

Sottoscritti da C.I.U. - Confederazione taliana di Unione delle Professioni Intellettuali - i CCNL siglati da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L.

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese esercenti attività del settore Commercio e Servizi da FedImprese, C.I.U., F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L. - Aggiornati al Jobs Act

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese esercenti attività del settore Turismo da FedImprese, C.I.U., F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L. - Aggiornati al Jobs Act

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese esercenti attività del settore Agricoltura delle Piccole e Medie Imprese e della Cooperazione Agricola da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L.

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese esercenti servizi di Pulizie nonché affini ed Ausiliarie al settore del pulimento, della disinfezione, disinfestazione, derattizzazione, sanificazione ed assimilabili ai suindicati settori delle Piccole e Medie Imprese dell'Artigianato e della Cooperazione da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L.

Firmato il Contratto Collettivo per per i lavoratori dipendenti delle imprese Metalmeccaniche, Orafe, Argentiere d'Installazione Impianti ed Affini ai suindicati settori delle Piccole e Medie Imprese e della Cooperazione da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L.

Firmato il Contratto Collettivo per i dipendenti delle imprese di attività nel settore Façon, dell'Artigianato, delle Piccole e Medie Imprese e della Cooperazione da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L al fine di definire e regolamentare al meglio le attività del settore.

Firmato il Contratto Collettivo per i lavoratori dipendenti delle imprese di autotrasporto e spedizione merci dell'artigianato, delle piccole e medie imprese imprese e della cooperazione da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L al fine di definire e regolamentare al meglio le attività del settore.

Firmato il Contratto Collettivo Commercio, Turismo e Servizi da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L al fine di definire e regolamentare al meglio le attività del settore.

Il servizio di Assistenza ai Contratti di Lavoro è a disposizione di tutti gli Associati alla associazione di categoria stipulante e per favorire l'applicazione dei CCNL sottoscritti ed in particolare il nuovo contratto.

Sottoscritto il Contratto Collettivo Facility Management, Artigianato, Piccole e Medie Imprese e Cooperazione da FedImprese, F.A.M.A.R. e S.NA.P.E.L al fine di definire e regolamentare al meglio le attività del settore.

Il servizio di Assistenza ai Contratti di Lavoro è a disposizione di tutti gli Associati alla associazione di categoria stipulante e per favorire l'applicazione dei CCNL sottoscritti ed in particolare il nuovo contratto.

FedImprese, F.A.M.A.R. C.I.S.A.L. e Federimprenditori hanno sottoscritto:

il Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti delle aziende di Facility Management, dell'Artigianato, delle Piccole e Medie Imprese e della Cooperazione;

il Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti delle aziende di Autotrasporto e spedizione merci dell'artigianato, delle Piccole e Medie Imprese e della Cooperazione

Pubblicato sul sito di Italia Lavoro S.p.A. ( www.italialavoro.it) il bando RE.LA.R. II – Rete dei Servizi per la prevenzione del Lavoro sommerso, avviso pubblico per il finanziamento di interventi finalizzati all’inserimento lavorativo di immigrati nelle 4 Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Puglia, Campania, Calabria e Sicilia). I percorsi di politica attiva del lavoro che si intendono promuovere sono finalizzati all’inserimento lavorativo di immigrati extracomunitari, in particolare titolari e richiedenti protezione internazionale, attraverso la realizzazione di tirocini formativi della durata non inferiore a tre mesi e non superiore a cinque mesi.
Il voucher/dote per la realizzazione dei ciascun tirocinio è di complessivi € 5.000,00. La dote è suddivisa in una indennità di frequenza per il tirocinante di € 500,00/mese, per un massimo di € 2.500,00; un contributo a favore dell’ente promotore* del tirocinio di € 250,00/mese per un importo massimo di € 1.250,00, subordinato alla effettiva assunzione del tirocinante; per l’azienda ospitante, a seguito dell’assunzione del tirocinante, è previsto un contributo per il tutoraggio aziendale, nella misura massima di € 1.250,00. Si precisa che sono ammesse le seguenti forme contrattuali di durata non inferiore ai 6 mesi:

- Contratti a tempo indeterminato;

- Contratti a tempo determinato;

- Contratti di apprendistato;

- Contratti a progetto;

- Contratti di somministrazione;

- L’avvio da parte del tirocinante di un’attività di lavoro autonomo/creazione d’impresa.

Le domande, da parte dei soggetti privati promotori di tirocini formativi*, dovranno essere inviate ad Italia Lavoro S.P.A. a mezzo Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo: immigrazionemobilita@pec.italialavoro.itentro le ore 13:00 del 9 marzo 2013.


IMPORTANTE: Si precisa inoltre, come si evince dalla domanda di partecipazione all’Avviso –Modello A, che si tratta di una cosiddetta “manifestazione di interesse “. Italia Lavoro procederà in seguito alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ritenuti idonei e comunicherà agli stessi le credenziali di accesso alla piattaforma PLUS di Italia Lavoro. L’elenco pubblicato non costituisce graduatoria. Per ulteriori dettagli si invitano gli interessati a contattare l’ufficio territoriale di ITALIA LAVORO S.p.A. di Bari. Referente: dr.ssa Beatrice Cojan - Email: bcojan@italialavoro.it - Telefono: Uff. 080.5498111 - 080.5498123 - Cell. 333/5241111

*Soggetti promotori di tirocini formativi ai sensi dell’art. 1, comma 1, D.M. 142/1998 e s.m.i.:
- Enti di formazione accreditati, senza fini di lucro, iscritti all’albo della Regione Puglia;
- Comunità terapeutiche, enti ausiliari e cooperative sociali purché iscritti negli specifici albi regionali;
- Consulenti del lavoro, aderenti alla Fondazione Nazionale dei Consulenti del Lavoro;
- Soggetti autorizzati all’intermediazione di manodopera ai sensi art. 4 e art. 6 del D.lgs 276/2003

FedImprese, Cidec, Confazienda, Unica, C.I.S.A.L. Terziario e Cisal hanno sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti delle aziende del settore Commercio, Turismo e Servizi. Le Parti intendono con questo contratto promuovere l'implementazione dell'attività imprenditoriale, lo sviluppo occupazionale e l'aumento della produttività nell'ambito delle Aziende dei Servizi, in modo da consentire il rafforzamento del sistema produttivo, dell'innovazione e dell'occupazione, la flessibilità della prestazione lavorativa, l'emersione del lavoro nero ed il miglioramento della sicurezza nei luoghi di lavoro, sempre privilegiando, per quanto possibile, la salvaguardia dei posti di lavoro mediante destrutturazione dell'impianto contrattuale e della gestione dei relativi rapporti, il contenimento del costo del lavoro.
La scelta di questo CCNL è, perciò, nel segno del principio di sussidiarietà, per cui:
1. nel CCNL si prevedono istituti essenziali che rispondano ai bisogni della generalità dei Lavoratori;
2. con la contrattazione di secondo livello si ricercheranno le soluzioni economiche e normative compatibili con la specificità produttiva, con il particolare settore o con i particolari bisogni dei Lavoratori;
3. con l'elemento perequativo territoriale (EPR) si tiene conto degli indici regionali del costo della vita per ridurre le differenze sui poteri d'acquisto a parità di retribuzione contrattuale dei lavoratori;
4. con le assicurazioni integrative e con la mutualità contrattuale, si cercheranno di affrontare i casi di particolare difficoltà, che non avrebbe alcun senso tentare di gestire tramite il CCNL ed il cui rischio non si potrebbe porre in capo alle singole aziende;
5. da ultimo, le Parti intendono porsi come interlocutori presso gli Enti Pubblici a difesa dei Lavoratori e del lavoro.
Il CCNL, in funzione delle concrete situazioni aziendali, favorisce una diffusa contrattazione di secondo livello che permetta, ovunque possibile, la salvaguardia del livello delle retribuzioni reali dei Lavoratori, anche grazie alla detassazione, alla promozione di servizi ed all'attivazione di prestazioni di solidarietà.
Le Parti scelgono, perciò, di porre in essere ai vari livelli un modello di relazioni sindacali e di contrattazione collettiva, che sia ispirato ai principi di sussidiarietà, al federalismo, alla solidarietà, alla flessibilità, nel rispetto dell'obiettivo primario di favorire la massima occupazione.